Consigliare un libro è, per me, un gesto pieno di significati.

E’, in qualche modo, regalare un’ esperienza. Ricordo quando a scuola la nostra prof. arrivava la mattina con un testo nuovo, un romanzo, una raccolta di poesie. E, quando proprio non te lo prestava, te lo segnavi sul diario con l’ idea di procuratelo alla prima occasione utile. Era un gesto di amore, di cura.
E’ come a dire: “ti conosco, ti riconosco, ti regalo queste parole sulle quali già sono passato.” E’ una specie di abbraccio silenzioso.

Per non parlare dei regali. Ho sempre amato ricevere e regalare libri,  con la presunzione, a volte, di saper scegliere il libro giusto per le persone a cui voglio bene…al momento giusto.

Con il mio lavoro, poi, è capitato sempre più spesso di suggerire testi. Capita in aula, soprattutto. Quando qualcuno di chiede un titolo per approfondire un tema o per scoprire un nuovo mondo.

Ed è quello che mi è capitato pochi giorni fa, quando all’interno di un percorso di Formazione Formatori i ragazzi ( si, per me sono sempre tutti ragazzi, al di là dell’ età) mi hanno chiesto di segnalare una sorta di bibliografia minima.

Ed è così che mi  sono trovata a riflettere su quali potessero essere i testi davvero imprescindibili per chi si avvicina a questo mondo.

Personalmente, nel corso degli anni, infatti, mi sono trovata a leggere e a studiare su testi diversi. Praticamente dal liceo in poi ho avuto la a che fare con testi di psicologia, pedagogia, apprendimento, formazione, ecc. Tutti testi che rappresentano un po’ le basi teoriche del mio essere formatore. E, ovviamente, continuo a farlo. Per studiare, acquisire competenze nuove e punti di vista diversi.

Quindi la domanda era:

Quali testi consigliare a chi si avvicina a questo mondo?Quali sono i titoli fondamentali?

Non è facile fare un elenco. E per provare a farlo  ho fatto ricorso alla mia esperienza e mi sono affidata, come faccio spesso, alla rete.
Il bello di avere un network professionale  reale  e attivo è anche questo ( ma questo è un altro post): avere risposte da professionisti in tempi molto brevi.

Ho semplicemente chiesto ai colleghi di aiutarmi a fare un elenco di titoli.Ecco cosa è venuto fuori:

Ci sarebbe, ovviamente, un mondo.Da leggere, scoprire e studiare. Ma, magari, questa può essere una prima lista per iniziare.
Personale
, parziale, assolutamente incompleta. La mia lista.
Che ne pensi?Che testi mi consigli? Cosa hai letto che vuoi aggiungere all’elenco?

TI aspetto, grazie!

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Lucia

MAPPE MENTALI E NUOVI INIZI

La storia dell’anno nuovo come ripartenza, come possibilità di azzerare tutto e risolvere miracolosamente il mondo, mi è sempre apparsa piena di retorica e anche un po’ banale. Sarà che per noi eterni studenti l’ Leggi tutto&ellip;

Aula

GLI OCCHI DEI RAGAZZI.E PERCHÉ FACCIO IL LAVORO PIÙ BELLO DEL MONDO

Fare il formatore può voler dire tante cose. Soprattutto in momenti come questo e soprattutto se sei, come nel mio caso, un professionista che si interfaccia con interlocutori diversi ed in ambiti anche molto distanti Leggi tutto&ellip;

Mappe mentali

MAPPE MENTALI PER LA FORMAZIONE. IL MIO METODO PER PIANIFICARE IL LAVORO IN AULA

L’ inizio dell’ anno porta sempre novità, fermento, energie, nuovi inizi. Queste prime settimane del 2018 per me lo sono state anche troppo. Sfide  importanti, piccole imprese e nuovi corsi da progettare e realizzare in Leggi tutto&ellip;

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: